Prestiti Senza Garante preventivo online

Se stai cercando un prestito senza garante? Non cercare oltre! Tutto ciò che ti serve sapere lo trovi qui su GiustoPrestito! Se vuoi trovare un prestito senza garante e abiti nella province di Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza e Brianza, Bergamo, Brescia, Cremona, Mantova, Sondrio, Pavia o Varese INVIACI la tua richiesta per il preventivo Gratis e Senza Impegno

Compila il form adesso per un preventivo senza impegno

  • Anche per cattivi pagatori e protestati

  • Preventivo gratis e personalizzato

  • Consulenza professionale e gratuita

  • Invio in giornata

Leggi l'informativa sulla privacy
Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Dlgs 196 del 30 giugno 2003 e dell’art. 13 GDPR (Regolamento UE 2016/679) ai fini della informativa sulla privacy.

Autorizzo al trattamento dei dati per fini commerciali

Non si erogano prestiti e/o finanziamenti ad autonomi. La concessione del finanziamento è soggetta ad approvazione dell’Istituto Erogante.

Tutto sui Prestiti Senza Garante

Il garante è la persona che può, in alcuni casi, essere richiesta dall’Istituto Erogante per esempio se vuoi ottenere un prestito personale immediato e senza garanzie oppure se non hai la busta paga, se sei casalinga, disoccupato, neoassunto, giovane apprendista o se il tuo contratto di lavoro è a tempo determinato.

Il garante del tuo finanziamento è la persona che, con il suo intervento in caso di rate insolute, ti eviterà di essere iscritto al CRIF (Centrale Rischi Finanziari S.p.A) come cattivo pagatore.

In questa guida ti spieghiamo quali sono le differenze tra un finanziamento con il garante, la cessione del quinto dello stipendio e la cessione del quinto della pensione.

Sommario:

  1. Chi è il Garante di un Prestito?
  2. Il garante e le garanzie nella cessione del quinto
  3. Perché mi può servire un Garante per il mio prestito?
  4. Chi può farmi da garante del mio finanziamento?
  5. La Cessione del Quinto Richiede un Garante?
  6. Cosa Succede se non pago una rata di un Prestito SENZA Garante?
  7. Cosa Succede se non pago una rata di un prestito CON il Garante?
  8. Consigli Finali

Chi è il garante di un prestito?

Il garante di un prestito personale è la persona che paga le rate del tuo finanziamento nel caso tu non sia in grado di farlo.
In alcuni casi gli istituti eroganti, (banche, istituiti di credito e finanziarie) richiedono una garanzia in più per avere un’ulteriore sicurezza che le rate del prestito siano pagate con puntualità. In pratica il garante è la persona che salderà il tuo creditore quanto tu non sarai in grado di farlo.
Prima di accettare un garante l’istituto erogante si assicura che questi sia solvibile, cioè sia in grado di far fronte a tutte le tue rate insolute.

Per valutare l’idoneità di un garante il creditore ne valuta le proprietà immobiliari, le entrate mensili e le disponibilità mobiliari come per esempio azioni e obbligazioni.
Il garante deve essere maggiorenne, deve dimostrare di essere in grado di far fronte velocemente alla o alle rate che tu non hai pagato.

Una volta che tu non hai pagato la rata del tuo finanziamento il creditore si rivolge al garante e questo è tenuto a saldare per te la rata insoluta. A questo punto il creditore è soddisfatto e non ti chiederà più nulla, se non le rate successive del tuo prestito personale.
Avendo pagato in tua vece, il garante vanta un credito nei tuoi confronti e può, o richiederti i soldi oppure, come spesso accade, non si rivale su di te ed è come se ti avesse fatto un regalo e ti avesse dato soldi gratis.

Il garante e le garanzie nella cessione del quinto

Per questo tipo di finanziamento non sono necessarie motivazioni, cioè, una volta avuti i soldi sul conto corrente il cliente li può spendere come meglio crede senza dare alcuna giustificazione a nessuno, anche per effettuare un consolidamento debiti.
Un’ulteriore comodità del quinto è la certezza di pagare la rata senza ritardi e questo permette di non correre nessun rischio di essere iscritti al CRIF e diventare cattivi pagatori.

A differenza del quinto della retribuzione il garante del tuo prestito o del tuo finanziamento è la persona che pagherà al posto tuo le rate che tu non sei riuscito a pagare. È una garanzia ulteriore per la banca sul tuo finanziamento, ovvero chi ti presta i soldi si premura di avere un’ulteriore certezza che questi gli vengano restituiti nei tempi e nei modi pattuiti nel contratto.

È prassi consolidata che le banche richiedano un garante se il richiedente è un giovane che ha iniziato da poco a lavorare, se è un disoccupato, se è assunto da poco oppure se non dispone di una busta paga.
In gergo tecnico si valuta la solidità finanziaria e economica del richiedente, cioè di decide quanto è il rischio di erogargli un prestito personale e quante sono le possibilità che questo venga restituito. Queste decisioni vengono prese valutando moltissimi aspetti della vita del richiedente, a volte anche lo stato di salute di chi richiede il prestito.
La decisione finale si basa su tabelle statistiche che garantiscono l’oggettività e la non discrezionalità e tendono a minimizzare al massimo la soggettività.

Spesso i prestiti personali con garante sono finalizzati, cioè si deve dare giustificazione di come i soldi verranno spesi e per documentare questa uscita è richiesto, in alcuni casi un preventivo per esempio del concessionario dell’auto oppure della ditta edile che si occuperà dei lavori di ristrutturazione della propria casa.

Perché mi può servire un Garante per il mio prestito?

Se sei un lavoratore dipendente a tempo indeterminato, sia che tu sia assunto presso una ditta privata, sia uno statale o un parastatale, per avere il 5° del tuo stipendio non hai bisogno di un garante.
Lo stesso discorso vale se sei un pensionato INPS o INPDAP.
La garanzia del tuo prestito personale è il tuo TFR oppure la tua pensione che è valutata come una garanzia molto sicura agli occhi del creditore perché è gestita dallo Stato.

Un garante può essere richiesto nell’ipotesi tua sia un disoccupato oppure un giovane lavoratore o un apprendista. Inoltre il garante è presente in quasi tutti i prestiti finalizzati cioè in quei prestiti personali che hanno come scopo una spesa precisa, ovvero il richiedente certifica che i soldi verranno spesi per pagare il concessionario dell’auto, l’impresa edile, il dentista o il medico.

Nei prestiti finalizzati con giustificazione non è possibile impiegare la somma ottenuta per altre spese perché l’accredito sul conto corrente, nella maggior parte dei casi, verrà effettuato direttamente dalla banca al creditore.

In risposta alla domanda quindi si può dire che nell’eventualità tu voglia dei soldi da spendere senza dare alcuna giustificazione la soluzione è il 5° senza garante (ideale anche per piccoli prestiti veloci senza garanzie), mentre se la somma ti serve per far fronte ad una spesa precisa e certificata il garante ti sarà richiesto se la tua posizione finanziaria non è valutata sufficientemente solida, per esempio se sei assunto in una ditta che a rischio fallimento.

Richiedi adesso un preventivo online gratuito e senza impegno!

Richiedi preventivo

Chi può farmi da garante del mio finanziamento?

Un parente, un amico, un convivente maggiorenne… poco importa all’Ente Creditore la relazione esistente tra garante e richiedente il prestito.
Il solo fattore che la banca valuta è la capacità del garante di far fronte al mancato pagamento della rata con i suoi soldi, quindi del garante verrà valutata solo la sua capacità finanziaria ed economica.

Se il garante sia un lavoratore dipendente si valuta la sua busta paga: parte del suo stipendio mensile può coprire il costo della rata?

Un garante può essere anche un lavoratore autonomo, in questo caso verrà valutata la dichiarazione dei redditi e la capacità economica.
Per lavoratore autonomo si intende sia chi possiede un’azienda, un negozio o uno studio professionale, sia chi svolge tutte quelle professioni che per il fisco sono redditi diversi come per esempio artisti, scrittori, musicisti o attori.

Nel caso tu chieda ad un pensionato di farti da garante per il tuo prestito personale il discorso non cambia: è in grado, per esempio tuo nonno, con la sua pensione di pagare la rata scaduta al posto tuo?

È da tenere presente che molto spesso un garante viene richiesto a chi non ha un reddito stabile, duraturo e dimostrabile come per esempio per un prestito a una casalinga, ad un cattivo pagatore, a chi è moroso, iscritto al CRIF, ad un disoccupato, o a un giovane apprendista neoassunto.

La Cessione del Quinto Richiede un Garante?

La sostanziale differenza tra garanzia e garante è che la prima è una somma in denaro (delle azioni o dei titoli di borsa per esempio) oppure un bene immobile come una casa o un capannone; il garante invece è una persona.

Nel V° dello stipendio o della pensione nessun garante è richiesto perché questo tipo di finanziamento ha una garanzia a monte che è costituita o dal TFR nell’ipotesi di un lavoratore dipendente, oppure è lo Stato stesso nell’esempio di un pensionato, si possono considerare come prestiti immediati senza garanzie.

Anche i prestiti a protestati senza garante solitamente vengono concessi con la cqs.

Un altro tipo di finanziamento che non ha bisogno di garante è il prestito cambializzato perché in caso di mancato pagamento di una rata i beni del debitore vengono pignorati.

Non solo agli occhi del creditore un prestito con cessione del V° è il più sicuro, ma anche per il debitore il quinto è l’opzione migliore perché:

  • Anche se il garante non può rifiutarsi di pagare la rata insoluta, rivolgersi al mallevadore di un finanziamento comporta dei costi aggiuntivi per la banca e sicuramente della burocrazia aggiuntiva. Non tutti i richiedenti di un prestito personale sono nella posizione di potersi rivolgere ad un garante.
  • Stesso discorso vale per il pignoramento dei beni nell’eventualità di una cambiale insoluta, inoltre è molto difficile per chi ha bisogno di soldi riuscire ad ottenere un prestito con le cambiali.
  • Nel quinto dello stipendio invece il pagamento è assicurato dal datore di lavoro e viene effettuato direttamente “alla fonte” senza che il debitore possa rifiutarsi di pagare. Per questo motivo il V° dello stipendio e della pensione è il tipo di finanziamento che a parità di caratteristiche del richiedente offre a quest’ultimo di ottenere un prestito personale che comprende la garanzia rischio vita e rischio impiego.

Cosa Succede se non pago una rata di un Prestito SENZA Garante?

La risposta a questa domanda è inserita in questa guida sui prestiti senza garante per la completezza della spiegazione, infatti nell’ipotesi di prestiti personali con cessione del quinto non è l’intestatario richiedente che si occupa del pagamento della rata in prima persona, ma demanda al datore di lavoro o all’Ente pensionistico il pagamento.

Nel caso di una rata insoluta singola di un prestito senza garanzie o senza busta paga (sia a casalinghe, disoccupati, inoccupati, giovani, apprendisti, neoassunti o lavoratori a tempo determinato) il titolare del finanziamento verrà richiamato dalla banca. Visti i tempi tecnici della burocrazia, una rata pagata in ritardo, ma prima della scadenza della rata successiva, non comporta in pratica alcun problema.

Solo nell’ipotesi di 2 o 3 rate consecutive non pagate si verrà d’ufficio iscritti al Crif (Centro Rischi Finanziari S.p.A) e si verrà considerati cattivi pagatori. È importante sapere che l’erogazione di prestiti personali ai cattivi pagatori è un po’ più complicata rispetto a chi non ha debiti insoluti. I prestiti online per il cattivi pagatori possono essere sia senza garante che con garante.

Se il debito continua a non essere rimborsato al creditore questi ha la facoltà di adire alle vie legali rivolgendosi al recupero crediti. In via bonaria il debitore si accorda con l’agente del recupero crediti sulle modalità e le tempistiche per estinguere il suo debito.
Nell’eventualità anche questo tentativo di approccio bonario di mediazione dovesse fallire, il creditore può richiedere il pignoramento dei beni del debitore.

I beni che possono essere pignorati sono tutti quelli intestati o di proprietà del cattivo pagatore come per esempio:

  • arredamento
  • auto
  • stipendio
  • liquidità sul conto corrente
  • azioni bancarie e obbligazioni
  • capannoni
  • abitazione
  • tutti i redditi in generale

Cosa Succede se non pago una rata di un prestito CON il Garante?

Ovviamente nella circostanza di mancato pagamento di una rata la banca si rivolgerà al garante del prestito personale per avere i soldi.

Stesso discorso vale nell’esempio di un prestito con garanzie. In questo caso il creditore si rivarrà sui beni dati in garanzia per tornare in possesso della somma erogata.

Consigli Finali sui Prestiti senza Garante

La cessione del 5° dello stipendio è un tipo di finanziamento che non richiede un garante, la garanzia è il TFR nel caso di prestiti personali a lavoratori dipendenti di aziende private e di enti statali e parastatali oppure è il reddito dato dalla pensione nell’eventualità di finanziamento con il 5° della pensione.

I prestiti senza garante non possono essere richiesti da:

  • disoccupati
  • casalinghe
  • da chi non ha una busta paga
  • da neoassunti
  • da giovani
  • da apprendisti
  • da chi ha una contratto a tempo determinato

L’esito della richiesta di preventivi per prestiti senza garante, senza garanzie è di circa 1 giorno lavorativo, cioè di 24 ore.

Richiedi preventivo

Richiedi subito un preventivo online!

La consulenza e il preventivo sono gratuiti e senza impegno
Richiedi preventivo

Le recensioni e le opinioni dei nostri clienti

Avevo cercato di acquistare un’auto nuova, ma la richiesta del mio finanziamento è stata rifiutata perché non avevo nessun garante. Per fortuna non ho avuto problemi ad avere i soldi con la cessione del quinto del mio stipendio da impiegato statale. Non solo non mi è stato richiesto nessun garante, ma non ho dovuto nemmeno dare nessuna spiegazione su come avrei speso i soldi prestati.

Sig. Luciano, Eupilio (Co), dipendente statale

Per i mobili della mia nuova casa, mi sono sposato da poco, mi erano state proposte delle cambiali, ma questa soluzione non mi piaceva perché, con le mille cose che ho da fare ogni giorno, mi capita di pagare anche le bollette con 2 o 3 giorni di ritardo. Cercavo una soluzione per me più comoda e per fortuna l’ho trovata: una cessione del quinto del mio stipendio senza garante! Non mi devo ricordare di pagare la rata, andare in banca, procurare i soldi perché la rata viene trattenuta direttamente dal mio stipendio da operaio metalmeccanico. Tutti i soldi che mi arrivano ogni mese sul conto corrente so che posso spenderli senza dovermi ricordare di saldare i miei debiti!

Sig. Alessandro, Sesto San Giovanni (Mi), dipendente privato di azienda S.r.l.

Ho fatto in passato un prestito con un garante e per anni mi sono sentita in debito con questa persona anche se ho sempre pagato puntualmente le rate. Non mi sentivo libera di comprarmi dei beni non strettamente di prima necessità (un bel vestito nuovo, o andare al parrucchiere o dall’estetista) per paura delle critiche del garante. Un prestito senza garante ti dà invece la libertà di spendere i tuoi soldi come meglio credi per tutto quello che vuoi senza sentirti in colpa con nessuno

Sig.ra Elisa, Gallarate (Va), dipendente privata di azienda S.p.A.

Sono da poco andata in pensione e avevo deciso di regalarmi una crociera, ma fatti i conti avrei dovuto aspettare almeno 6 mesi per risparmiare il costo del viaggio. So che se avessi chiesto i miei figli me l’avrebbero regalata, ma non voglio pesare in alcun modo su di loro. Ho richiesto una cessione del quinto senza garante sulla mia pensione INPS e la somma per il viaggio mi è arrivata sul conto corrente in breve tempo, non ho dovuto dire a nessuno perché volevo quei soldi e come li avrei spesi, e sono stata felicissima anche perché ho avuto i soldi per portare la mia nipotina in crociera con me!

Sig.ra Tina, Calolziocorte (Lc), pensionata INPS

Richiedi adesso un preventivo online gratuito e senza impegno!

Richiedi preventivo